Il mistero dell’ermellino

L’ermellino è un piccolo mammifero, diffuso in Europa, Asia e Nord America. Carnivoro, cacciatore di topi, vive in paesaggi aperti evitando i boschi.

Elegante e misteriosa è la donna che lo tiene fra le braccia nella famosa opera di Leonardo.

Non essendo esattamente un animale da compagnia, è abbastanza insolito posare per un ritratto con un ermellino in grembo.

Ermellino bianco

Quindi, per questo resta misteriosa la scelta di Leonardo su questo animaletto e resta misteriosa l’identità della fanciulla dal look raffinato e dallo sguardo attento.

Mistero su mistero….

Sono state fatte molte ipotesi su chi fosse la ragazza raffigurata.

Esperti dicono che si possa trattare dell’amante di Francesco I di Francia, oppure che sia il ritratto di Caterina Sforza, in lutto per la morte del padre e che quindi l’ermellino sia un riferimento allo stemma araldico della famiglia che ne decretò la sua morte.

Tuttavia, l’ ipotesi più accreditata, è che si tratti di Cecilia Gallerani, una nobildonna lombarda, colta e intelligente, ritratta all’età di 16 anni, quando era già l’amante di Ludovico il Moro. In questo caso, l’ermellino che in greco si chiama Galè, farebbe riferimento proprio al cognome della donna.

Questo, nello stile di Leonardo, in quanto usava spesso dipingere questi tipi di riferimenti nei suoi ritratti.

Altro riferimento potrebbe essere che l’ermellino, essendo anche simbolo della purezza e incorruttibilità, sia un richiamo a Ludovico che ricevette dal re di Napoli, il titolo di cavaliere dell’ordine dell’Ermellino.

UNO DEI MISTERI IRRISOLTI

Molti sono i misteri di Leonardo, uno fra tanti per me è questo: come riuscì a far posare la sua modella con in braccio un animale selvatico e ritroso come l’ermellino?…. E’ proprio un mistero.

La Dama con l’Ermellino di Leonardo Da Vinci

è stato acquistato nel 2016 dalla Polonia ed è attualmente esposta al Museo Nazionale di Cracovia

Se ti è piaciuto l’articolo, lascia un commento e segui per altre “chicche” sull’argomento ARTE

Lascia un commento